Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /var/www/vhosts/abbastanzamente.it/httpdocs/wp-content/plugins/newstatpress/newstatpress.php on line 1090
Retta Concentrazione Archivi - ABBASTANZAMENTE

Retta Concentrazione

comandi

01 Feb Effetto Priming

L'effetto Priming: l'esposizione ripetuta ad uno stimolo influenza la risposta a stimoli successivi. Il mondo è anche come ce lo impacchettano.

Effetto Priming è un termine della psicologia cognitiva che descrive il fenomeno per il quale la reazione di un soggetto ad uno stimolo viene influenzata, in misura maggiore o minore, dalla esposizione a quello stimolo, o altri preconfezionati, a cui si è stati esposti nel passato. Detto in soldoni: è possibile costruire la risposta comportamentale di un soggetto - ovvero, progettare quello che farà in determinate circostanze - con determinati mezzi, per ottenere determinati risultati.

Uno dei risultati più frequenti. e più richiesti, è la possibilità di cambiare la percezione di un prodotto (sia esso un oggetto, un discorso, una persona) facendolo apparire più gradevole o sgradevole a seconda delle esigenze. Un altro utilizzo molto diffuso è quello di programmare un comportamento specifico, che si innesca a partire dallo stimolo.scelte alimentari

Assieme al condizionamento e alla memoria procedurale è uno dei tre modi coi quali si forma la cosiddetta memoria implicita: cioè, un tipo di memoria nel quale siamo inconsapevoli di ricordare. La memoria implicita è un saper fare le cose, un mettere in atto determinati comportamenti in maniera automatica. Se nella memoria procedurale questo avviene grazie ad un allenamento, ad un addestramento mirato allo scopo (ad esempio, imparare a guidare la macchina: via via si diventa capaci ed il comportamento si automatizza), e nel condizionamento l'apprendimento di una risposta avviene tramite l'associazione ripetuta con un certo stimolo (come avveniva per il suono del campanello accompagnato dal pasto nel noto esperimento di Pavlov con i cani), il priming è invece una facilitazione: ci viene fornito un apprendimento senza che ne siamo consapevoli, mediante stimoli  - che possono essere benissimo subliminali - percettivi, o semantici. In pratica: impariamo a comportarci in un dato modo, senza avere coscienza di farlo.

Read More
barnum-bailey-show

10 Set Effetto Barnum

Perché ti riconosci negli oroscopi, nei testi delle canzoni, nei risultati dei test: come funziona il Test di Forer, meglio noto come Effetto Barnum.

forerE' incredibile: il responso di quel tema natale parla proprio di te, e ti descrive molto meglio di quanto non abbiano potuto fare anche persone che ti conoscono molto bene! Allora, c'è da avere fiducia negli oroscopi! O nella lettura delle carte. O nei risultati dei test che ti ha somministrato l'équipe di psicologi durante il colloquio di lavoro. Oppure no?

Lo psicologo americano Bertram R. Forer, che era uno all'antica - si era fatto le ossa dirigendo un ospedale militare in Francia durante la Seconda Guerra Mondiale - non era molto convinto riguardo alla bontà delle tanto acclamate nuove tecniche diagnostiche che spopolavano presso i suoi colleghi. Lui era un convinto assertore della necessità di una attenta e puntuale valutazione di ogni singolo paziente, preso nel suo contesto e nella sua diversità; gli altri trovavano che, allo luce dello sviluppo di nuovi strumenti diagnostici sotto forma di test progettati da professionisti, tutto questo lavoro fosse inutile. Prendevi il paziente, gli somministravi il test - poteva farlo anche un assistente, o un inserviente, o se era per questo, una scimmia - e poi raccoglievi i risultati. Semplice, rapido, economico.

Forer non era per niente convinto di questo. E ideò un test per giudicare l'attendibilità  dei test. 

Read More
sheep Fær Øer

15 Lug Come ti sfrutto il gregge.

Come ti sfrutto il gregge: la mappatura Google Street View delle isole Fær Øer utilizzando le pecore! La brillante idea di Durita Dahl Andreassen.

Durita Dahl AndreassenCome fai se vuoi realizzare un'opera per la quale non possiedi sufficiente personale, sufficienti fondi, sufficiente tempo da dedicarvi? La maggior parte delle persone a questo punto, magari abituate ad una corretta e precisa analisi costi/benefici, a questo punto facilmente getteranno la spugna: non si può fare, punto e basta. Ma la risposta è stata data alla domanda sbagliata. La domanda corretta sarebbe: lo voglio fare? E se sì, in che modo posso farlo a partire dalle risorse che ho?

A questo punto dovreste già essere in grado di porre la domanda successiva: che risorse ho, in effetti?

L'impiegata dell’ufficio del turismo delle Isole Fær Øer Durita Dahl Andreassen ha pensato che, potendo realizzare mappe dei luoghi in cui lavora corredate di immagini come quelle di Google Street View, sarebbe stato possibile accrescere il desiderio dei turisti di visitare queste lontane e bellissime contrade; perché nessuna mappa può stare alla pari con una fotografia, quando si tratta di evocare emozioni riguardo ad un luogo. C'era solo un problema: lì, Google Street View non è mai arrivato. E allora, cosa fare?

Durita Dahl Andreassen non si è persa d'animo, e ha pensato: se la vità ti dà limoni, fatti una limonata.

Se la vita ti dà pecore, moltissime pecore...

Read More
barometro

23 Mag Il problema del barometro

Il problema del barometro: ormai un aneddoto classico che illustra le tante possibilità che si aprono ad una mente creativa, in grado di pensare liberamente alle più diverse opzioni. 

Alexander CalandraIl problema del barometro é un aneddoto ormai classico che illustra il modo in cui una mente addestrata alla creatività può arrivare a risolvere problemi pensando liberamente a opzioni diverse da quelle che sembrerebbero obbligatorie, dato il contesto. Nessun dubbio che le soluzioni trovate in tal modo siano le più ortodosse e le più facilmente accettate; è però vero che proponendo sempre soluzioni uguali a problemi uguali si arriva al punto in cui, nel momento in cui si sviluppa una qualche mutazione dei fattori - contesto, tempo, mezzi, soggetti chiamati in causa, desiderabilità economica, eccetera - ci si ritrova paralizzati.

La versione più accreditata é stata narrata per la prima volta da Alexander Calandra, un valido scienziato della Chicago University e assistente di Enrico Fermi; poi, una volta diventata di pubblico dominio, si é diffusa a macchia d'olio ed é ricomparsa in diverse versioni, tra le quali la più nota accreditata a Ernest Rutheford con protagonista un giovane Niels Bohr. Sarebbe carina se fosse vera, ma é un falso. Poco male: se è assolutamente vera significa che c'è altra gente in giro intelligente almeno quanto Bohr; se invece è inventata, significa che Calandra era, oltre che un bravo scienziato, anche un ottimo insegnante

Read More
facchino

25 Apr Si é sempre fatto così.

Si é sempre fatto così è la frase che vi segnala che siete di fronte ad una impasse del pensiero. Ma non del pensiero creativo, o meglio, non soltanto: più che altro, del coraggio. 

Sì è sempre fatto così è la frase che vi segnala, forse più di qualsiasi altra, che siete di fronte ad una impasse del pensiero creativo, e non solo di questa: anche del coraggio. Della voglia, della determinazione - a volte, ne basterebbe pochissima - necessaria a calpestare la riga che separa la nostra comfort zone dallo spaventoso ignoto che la circonda. Spaventoso, beninteso, più che altro per il nostro povero cervello che, trovandosi di fronte alla scelta se seguire gli schemi già percorsi in precedenza e tentare strade nuove, se non addestrato specificamente opterà sempre (o quasi) per la prima opzione, per risparmiare energia. Fantastico, se avete la possibilità di vivere tutta la vostra vita senza la minima necessità di apporre cambiamenti al vostro percorso; un disastro, se così non é (ovvero: sempre).

ruote quadrateD'ora in avanti, visto che vi metto sul chi va là, quando vi troverete di fronte a questa frase (detta da altri, detta da voi stessi) vi accorgerete che non é altro che una faticosa razionalizzazione di quella grande costante che é la paura del cambiamento in se stesso. Per meglio spiegarvi, vi faccio l'esempio di tre grandissime e semplici invenzioni che hanno cambiato il mondo, in piccolo o in grande, che oggi diamo per logiche e scontate ma che hanno tardato moltissimi anni ad apparire per il semplice motivo che nessuno aveva pensato ad esse; oppure, perchè si riteneva che fossero fondamentalmente inutili e superflue. 

Read More
fate di cottingley

01 Apr Conan Doyle, Sherlock Holmes e le Fate di Cottingley

Conan Doyle, creatore di Sherlock Holmes e alfiere del Metodo Deduttivo, e lo strano caso delle Fate di Cottingley.

sir arthur conan doyleIl mistero delle Fate di Cottingley appassionò un'intera epoca e riuscì a dare scacco anche a Conan Doyle, creatore di Sherlock Holmes e alfiere del Metodo Deduttivo; il quale, nonostante la nonostante la sua intelligenza e il metodo che aveva reso famoso col suo personaggio - fu egli stesso un consulente investigativo per Scotland Yard, e risolse alcuni casi grazie alle sue capacità deduttive - non riuscì a venire a capo del quesito, finendo col garantire circa la sua veridicità. Correva l'anno 1917, e due cugine di sedici e dieci anni finirono agli onori della ribalta per aver fotografato, nel proprio giardino, una serie di piccole fate impegnate in varie attività. Dalle mani delle ragazzine alle sedute della  Theosophical Society di Bradford il passo fu breve, e ne nacque un caso che, a ridosso del primo conflitto mondiale, incuriosì molti appassionati dell'occulto, che in quell'epoca di terribili tragedie, di rivolgimenti sociali e di grave incertezza erano particolarmente interessati a tutto quanto di misterico potessero trovare. 

Read More
foot in the door 1

16 Mar Il piede nella porta

La tecnica del piede nella porta, uno dei metodi di manipolazione più diffuso ed efficace al mondo.

Quella del piede nella porta è una delle tecniche di manipolazione assieme più facili e più efficaci. Non per niente la insegnano in tutti i corsi di vendita più scarsi del mondo. Si basa su di un paio di meccanismi psicologici che vi vado a descrivere di seguito, universali e di semplice applicazione.

Diciamo che un tale sconosciuto vi fermi e vi dica, buongiorno signore!, tutto sorridente. Vorrei venderle una assicurazione sulla vita, potrebbe comprarmela perché la devo vendere?

Read More
medium

04 Mar SCAMPER

Attribuito a Robert F. Eberle, che ha elaborato una una idea dei geniacci Alex Osborne e Sid Parnes,  SCAMPER è un sistema di pensiero creativo basato sulla applicazione di una checklist al problema che si é preso in esame. Il nome SCAMPER è in realtà...

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo di cookies come specificato nella nostra informativa su privacy e cookies.  -- Leggi l'informativa --

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi