Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /var/www/vhosts/abbastanzamente.it/httpdocs/wp-content/plugins/newstatpress/newstatpress.php on line 1090
novembre 2016 - ABBASTANZAMENTE

novembre 2016

spreco

29 Nov Il Dispendio Sprecato

Il dispendio sprecato si ha quando ci si ritrova a perdere anche quello che si sarebbe  potuto salvare agendo diversamente da come si è fatto.

Il dispendio sprecato è un concetto molto interessante che ho trovato, finora, solo in piccolo e intelligentissimo libretto che si intitola Piccolo trattato di manipolazione a uso degli onestiRobert-Vincent Joule e Jean-Léon Beauvois con questo testo hanno fatto una bella sintesi di quanto scoperto finora grazie alla ricerca sociale sul come funzionano gran parte delle leve della manipolazione, per poterle usare (a fin di bene!) e per poterle controbattere. Scritto in maniera semplicissima e precisa, non privo di un certo quale acido umorismo, l'ho letto e riletto molte volte, e si è sempre dimostrato utile, nel quotidiano così come per  le attività didattiche.

Dispendio sprecato è, in breve, quello che accade quando, posticipando o evitando una decisione di sacrificio - ovvero, una scelta che ci porta a decidere per una azione che ci priverà di qualcosa, o di qualcosa altro, effettuandola o meno - si finisce non solo col perdere quello che inizialmente si voleva guadagnare, ma anche con lo sprecare il lavoro e il tempo usati fino a quel momento

Read More
Donald Trump

10 Nov L’uomo che volle farsi Presidente

Donald Trump contro Hillary Clinton: come si vince una campagna per la Presidenza degli Stati Uniti organizzando una comunicazione efficace.

Donald Trump winsDio benedica gli esperti. Fino a poche ore prima tutti giuravano che era impossibile che Hillary Clinton non vincesse la sfida della candidatura alla Presidenza degli Stati Uniti d'America: in pochi avevano esattamente capito cosa proponesse il suo programma elettorale, ancora meno studiavano il suo modo di comunicare. Sapevano solo che, con un pagliaccio come Donald Trump come avversario, la sfida era praticamente già vinta. Poche ore dopo, il Web si è riempito di articoli molto dotti nei quali tutti si affrettavano a spiegare quali erano stati i punti di forza di Trump, cosa in sostanza gli aveva permesso di passare sopra alla candidatura di Hillary col Caterpillar.

Bene; la verità è che sono così tanti i fattori che concorrono che, oggi, fare il giochino del "Io ve lo avevo detto" è comodo. Perché chi non ci ha azzeccato può giocarsi le carte di una acuta analisi a posteriori, mentre chi invece ci ha preso farà di tutto perché questo fatto non passi sotto silenzio.

Personalmente, preferisco stare in finestra e analizzare i fatti. Amo poco le scienze predittive, che si rivelano incostanti e aleatorie. Una buona spiegazione di cosa è successo è altrettanto utile, e anche più completa. E a questo punto siamo in grado di esaminare la comunicazione di Trump nel particolare. Ma senza strafare. Abbastanzamente.

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo di cookies come specificato nella nostra informativa su privacy e cookies.  -- Leggi l'informativa --

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi