Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /var/www/vhosts/abbastanzamente.it/httpdocs/wp-content/plugins/newstatpress/newstatpress.php on line 1090
giugno 2016 - ABBASTANZAMENTE

giugno 2016

Indian_Scouts_Watching_Custer_s_Advance

30 Giu Battere l’erba per spaventare i serpenti

Battere l'erba per spaventare i serpenti, il Tredicesimo tra i 36 stratagemmi alla base del pensiero strategico cinese.  Battere l'erba per spaventare i serpenti é il tredicesimo tra i 36 stratagemmi che sono alla base del pensiero strategico cinese, un classico taoista la cui origine si perde tra le nebbie del tempo, ed il primo nella Terza Parte di questo testo, intitolata Stratagemmi delle battaglie d'attacco.

Commento 

Nel dubbio ricercare la realtà [dei fatti].

Muoversi solo dopo averla vagliata scrupolosamente.

In tal modo "il ritorno" mette in evidenza lo yin.

Spiegazione

"Conoscere se stessi e l'altro: vittoria senza pericolo. Conoscere il Cielo e la Terra: vittoria totale."

Antico detto cinese. 

attenti ai serpentiQuando fate una passeggiata in mezzo all'erba, anche nelle nostre colline è sempre buona norma procurarsi un bastone per battere l'erba davanti a noi, in modo che il rumore, precedendoci, sveli e metta in fuga le vipere che, infastidite e spaventate dal nostro passaggio, potrebbero reagire mordendoci per autodifesa: è una norma di sicurezza valida ovunque, e specialmente in terre selvagge e sconosciute.

Questo stratagemma parla dell'importanza dell'attenta analisi che si deve intraprendere riguardo al comportamento di un rivale apparentemente tranquillo e riservato: occorre studiarlo con attenzione, in modo da evitare i tranelli che esso potrebbe aver celato nell'ombra (yin).

L'origine di questo detto deriva da un fatto accaduto durante la dinastia Tang (618 - 907 d.C.): gli abitanti di un distretto, stanchi dei soprusi del governatore in carica, noto per la sua avidità, inviarono una petizione pubblica non già contro di lui ma bensì contro il suo assistente; l'accusa, molto grave, era di corruzione, ed era seguita dalla minaccia nei confronti del governatore che entro breve sarebbe arrivato anche il suo turno. Questi, terrorizzato, capì l'antifona e scrisse una supplica alla popolazione che dichiarava, tra le scuse: Voi avete semplicemente battuto un colpo sull'erba. Ora io sono un serpente spaventato. 

Read More
strawman wizard oz

26 Giu L’uomo di paglia

L'uomo di paglia, la fallacia logica dell'argomento fantoccio che permette di fingere di aver ragione in base ad un argomento che... non c'entra un granché.

L'Uomo di Paglia (dall'inglese strawman, più propriamente fallacia dell'uomo di paglia, più propriamente spaventapasseri o argomento fantoccio) è una tecnica dialettica che consente di sviare l'attenzione dell'interlocutore su di un argomento che, poco coerente con la discussione in atto, sembra tuttavia essere appropriato e in grado di indebolire le tesi della controparte. Si tratta di una tecnica che ricade nel novero delle fallacie logiche perché, appunto, la pertinenza dell'argomento portato è solamente illusoria.

E' una tecnica così tanto utilizzata, in tutte le sue numerose varianti, che ormai non ci accorgiamo nemmeno più che sia tale. Sappiamo solo che ci irrita profondamente. Sembra che derivi dall'abitudine di usare fantocci imbottiti per allenarsi, durante l'addestramento militare, certi del fatto che infilare una baionetta dentro ad uno spaventapasseri é molto più facile che farlo in un uomo in carne, ossa e voglia di non farsi infilare. 

Read More
deserto tartari

19 Giu La trappola della coerenza

La trappola della coerenza: quando essere in linea con ciò che siamo ci causa problemi. Perchè è vantaggioso a volte cambiare idea e comportamento.

oceanoCi hanno sempre insegnato ad essere fermi, ad avere una parola sola; le promesse vanno mantenute, un uomo deve avere una condotta impeccabile, non essere una banderuola, non si deve tenere il piede in due scarpe: riconoscete alcune di queste regole? Difficile rispondere di no, vero?

Eh, già; tutti amiamo poco le persone sleali, dalla doppia faccia, quelle che cambiano le carte in tavola a seconda di come più conviene loro. E' un bruttissimo difetto, quello dell'incoerenza: agire in maniera incoerente rispetto a quello che si dice, dire cose incoerenti rispetto a ciò che pensiamo, essere incoerenti rispetto a quanto abbiamo sempre professato e mostrato di essere. Se va bene, è indice di carattere debole. Ma le accuse di tradimento, di ipocrisia, di falsità fioccano ugualmente facili, e a seconda di quello che abbiamo messo in atto possono anche essere giustificate.

Quindi; urge, fin dalla più tenera età, una programmazione a tale riguardo.

Peccato che la trappola della coerenza possa scattare in qualsiasi momento e portarci danni anche maggiori di quanti non ne avremmo ricevuti essendo incoerenti. 

Read More
nudge

09 Giu Il potere della maggioranza

Il potere della maggioranza: come la comunicazione sulle scelte dei tanti influenzano quelle dei pochi.

stormoIl potere della maggioranza è qualcosa che non riguarda solamente il sistema elettorale: tranquilli, per questa volta non parlerò di politica (anche se presto o tardi ci arriveremo senz'altro, che vi credete?); è quella nostra caratteristica razziale, profondamente radicata a livello genetico, che fa sì che seguiamo prioritariamente il comportamento della massa che ci circonda. Lo ripeto di nuovo, nel dubbio di non essere stato chiaro: la cosa che maggiormente ci influenza é quello che fanno gli altri. Più abbiamo la sensazione di essere isolati, e più correremo a conformarci. Chiaro fin qui?

Read More

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo di cookies come specificato nella nostra informativa su privacy e cookies.  -- Leggi l'informativa --

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi